Questo sito utilizza i cookie.

Clicca su approvo per continuare la navigazione. Per saperne di piu'

Approvo
Questi dati vengono raccolti esclusivamente per assicurarci che il sito sia funzionante e navigabile in modo corretto. Per questo non raccogliamo alcun dato per fini commerciali né per l’identificazione dell'utente, che resta quindi anonimo. Non vengono raccolti né inviati dati ad alcun gestore esterno o società di pubblicità. Informazioni di questo tipo sono presenti in appositi log e possono essere comunicate solo all'autorità giudiziaria, nel casi previsti dalla legge.

I concerti del Quirinale - Le sigle storiche della Televisione Italiana

I concerti del Quirinale - Le sigle storiche della Televisione Italiana Un momento della prova di assestamento al Palazzo del Quirinale

Domenica 18 giugno 2017, ore 11.50

Complesso da camera dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

Alessandro Milani, violino
Ula Ulijona, viola
Luca Milani, Clarinetto
Gianni Alberti, sax
Roberto Rossi, tromba
Gianfranco Marchesi, trombone
Antonino Siringo, pianoforte
Gabriele Carpani, contrabbasso
Maurizio Bianchini, percussioni

Il sito dei Concerti del Quirinale

Scheda del concerto di Radio 3 (clicca per ascoltare il concerto

l’Orchestra Sinfonica Mazionale della Rai ha dato vita al proprio interno, negli ultimi anni, a una serie di formazioni da camera di varie dimensioni che hanno lo scopo sia di differenziare l’impegno e l’esperienza dei musicisti, aprendoli verso un tipo diverso di repertorio, sia di sviluppare la loro intesa, l’autonomia e il gusto di suonare assieme. A partire dalla stagione 2015-2016 la formazioni cameristiche dell’orchestra Sinfonica nazionale della rai prendono regolarmente parte ai concerti del Quirinale.

Il concerto che chiude la stagione 2016-17 dei Concerti di Radio3 al Quirinale vuole essere una festa a cui l’orchestra Rai contribuisce facendo debuttare in versione da camera il concerto che ha celebrato, nel 2014, i 60 anni della televisione italiana. La musica, in effetti, è stata da sempre un segno fondamentale del linguaggio televisivo: sigle, stacchi, brevissimi jingles si sono alternati con i brani del grande repertorio diventando la colonna sonora di generazioni di italiani. Anche dopo l’apertura al mercato delle televisioni private la Rai, pur nella inevitabile proliferazione di suoni e di programmi, ha mantenuto un’impronta musicale la cui massima espressione di continuità è data dagli arrangiamenti orchestrali delle canzoni presentate al Festival di Sanremo. Nel 2014 l’idea fu quella di affidare all’orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta da Piero Mianiti, un concerto in due parti al quale partecipava, improvvisando al pianoforte, danilo Rea: lo si può ancora ascoltare e vedere sul sito Internet di Rai5, il canale che lo produsse allora. oggi il tentativo è quello di continuare il gioco con mezzi diversi e in formato tascabile, per così dire, in modo che l’OSN Rai possa proporre ancora in altri luoghi questa sua straordinaria macchina della memoria sonora. Come gli arrangiamenti sinfonici, anche quelli per orchestra da camera sono stati realizzati da Andrea Ravizza, compositore, arrangiatore e orchestratore che collabora regolarmente con l’orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e con i suoi gruppi cameristici, oltre ad avere lavorato con alcune delle maggiori istituzioni musicali italiane.

Devi effettuare il login per inviare commenti
La musica è vita. Godete della musica, godete della vita.

Log in or Sign up