Questo sito utilizza i cookie.

Clicca su approvo per continuare la navigazione. Per saperne di piu'

Approvo
Questi dati vengono raccolti esclusivamente per assicurarci che il sito sia funzionante e navigabile in modo corretto. Per questo non raccogliamo alcun dato per fini commerciali né per l’identificazione dell'utente, che resta quindi anonimo. Non vengono raccolti né inviati dati ad alcun gestore esterno o società di pubblicità. Informazioni di questo tipo sono presenti in appositi log e possono essere comunicate solo all'autorità giudiziaria, nel casi previsti dalla legge.

Streifen

Click
Play!

Per orchestra

Streifen è una composizione per grande orchestra, attraverso la quale ci si prefigge di indagare alcuni aspetti del suono e ricercare nuove sonorità al di fuori del sistema temperato e della tonalità, anche grazie all’ausilio della microtonalità. Questa ricollocazione da luogo a nuove sonorità, con gli accordi che si sciolgono e si ri-addensano in nuovi elementi sonori al di fuori della tonalità e del temperamento.

Normalmente del fenomeno musicale percepiamo essenzialmente due aspetti, che potremmo definire ortogonali tra loro.

Tempo

Da una parte il tempo scandisce e struttura il suono in ciò che percepiamo con ritmo (o assenza di esso); il continuo raffronto con un ipotetica ‘griglia’ costituisce la struttura temporale che definiamo ritmo.

Questa concezione classica del tempo è stata recentemente ampliata: Grisey per esempio nel 1996 in Vortex Temporum arriva ad analizzare quelli che per lui sono aspetti e sfumature dell’aspetto temporale: lo scheletro del tempo (la ripartizione temporale realizzata dal compositore per dare forma ai suoni), la carne del tempo (le differenze tra i suoni, modulate secondo un criterio di pre-udibilità secondo cui l’ascoltatore dovrebbe prevedere cosa stia per succedere), la pelle del tempo (che prende in esame una specie di prospettiva temporale tale per cui nella memoria dell’ascoltatore gli eventi musicali passati si comprimono rispetto a quelli presenti)

Altezze

L’altro aspetto importante è quello che concerne l’altezza dei suoni. In ogni epoca si sono determinate concezioni riguardo la scelta delle altezze da utilizzare, privilegiando poche altezze a discapito di altre.

In Streifen fasce di suoni si comprimono ed espandono al fine di esplorare frequenze e sonorità che normalmente non sono utilizzate, o comunque al di fuori delle consuete griglie stabilite dalla tonalità e dal sistema temperato.

 

Colonne sonore

Click
I miei preferiti

Soundtrack

Verdichtung

Click
Play! Per ensemble

Contemporary

Duetto

Click
For Baritone Sax and Violin

Contemporary

Genesi

Click
Per pianoforte intonato

Contemporary

Uptown

Click
For Jazz orchestra

Jazz

Museo Torino

Click
30" Fast jazz jingle

Jazz

Post industrial

Click
For combo Jazz

Jazz

La musica è vita. Godete della musica, godete della vita.

Log in or Sign up